Per arginare il fenomeno dei ransomware, le forze dell’ordine stanno mettendo a disposizione per le vittime, delle chiavi per decrittare i dischi rigidi dei propri computer. Proprio in queste ore è disponibile sul sito www.nomoreransom.org e sul portale di Europol un nuovo strumento che rende inoffensivo GandCrab, uno degli attacchi più aggressivi lanciato dal cybercrime negli ultimi mesi.

A darne notizia è la Polizia postale, spiegando che questo risultato è stato raggiunto grazie alla collaborazione sulla cybersecurity tra l’Europol e le forze specializzate di Bulgaria, Francia, Polonia, Paesi Bassi, Regno Unito e Stati Uniti e – per l’Italia – del Cnaipic del Servizio Polizia Postale delle Comunicazioni, con il contributo delle società di sicurezza Bitdefendered Europol.
Il nuovo Kit di decrittografia è il più completo di quelli finora rilasciati. La guerra della Polizia postale contro questo strumento utilizzato dal cybrcrime, particolarmente insidioso perché utilizzato come “ransomware as a service” dagli hacker sul dark web, era iniziata già a febbraio, quando era stato rilasciato il primo kit per decrittare il ransomware.
Al di là del kit per decrittare l’attacco, in ogni caso – raccomanda la Polizia Postale – la migliore strategia contro i ransomware è la prevenzione, come conservare sempre una copia di backup dei file più importanti su supporti esterni, in un cloud, su un’altra unità di memoria, su una memory stick o su un altro computer. Inoltre è importante utilizzare un software antivirus affidabile e sempre aggiornato, non scaricare nulla da fonti sospette e non aprire allegati in e-mail da mittenti sconosciuti. Infine, non pagare mai mail il riscatto richiesto.

Fonte: Corriere Comunicazioni

covernewsletterdef100px