L’Unione Europea adotta nuove misure per accrescere competenze scientifiche e tecnologiche. Per ridurre le disparità socioeconomiche e la disoccupazione, ha infatti elaborato un pacchetto sull’istruzione, adottato dalla Commissione Europea e presentato da Tibor Navracsics, commissario europeo all’educazione. Sono tre le misure stabilite per rinforzare le competenze scientifiche, matematiche, tecnologiche e digitali degli studenti dell’UE.

Bruxelles punta su quelle competenze chiave utili all'apprendimento permanente, indirizzandosi su quelle scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche per orientare i giovani all'innovazione e all'imprenditorialità. L'obiettivo è quello di migliorare i sistemi educativi dei Paesi UE e colmare il gap occupazionale. A questo segue un piano per l'educazione digitale. Mariya Gabriel, commissario UE al Digitale, ha ricordato che "Il 90% dei posti di lavoro futuri richiede un certo livello di alfabetizzazione digitale, ma il 44% degli europei non ha competenze digitali di base".

Fonte: ANSA

covernewsletterdef100px